Pizza-Margherita-Cucina italiana e golf

Cucina italiana e golf: bella scoperta!

La cucina italiana non è solo una delle cucine più amate e più salutari al mondo, ma è anche una delle più variegate. Si parte dalla pizza – aborigeni esclusi, chi non conosce la pizza? – e si arriva al gelato all’italiana. Un viaggio nel gusto fatto di centinaia di vini, di pesce di mare di fiume e lago, così come fatto di carni importanti, di formaggi, di frutta e… di caffetteria.

dieta mediterranea_Cucina italiana e golf

A parte la top ten dei piatti italiani di notorietà mondiale (maccheroni, lasagne, tagliatelle bolognese…), infatti, quello che rende l’Italia la regina del turismo enogastronomico è l’estrema varietà di prodotti locali d’eccellenza, moltiplicati per le pressoché infinite ricette regionali che l’estro italiano, con le sue contaminazioni nei secoli, ha saputo produrre.

Salumi italiani_Cucina italiana e golf

Non a caso moltissimi sono gli chef ambasciatori della cucina italiana nel mondo che hanno saputo distinguersi per sensibilità e creatività, competenze che nascono proprio nelle cucine italiane e che questi artisti del gusto reinterpretano con successo in sempre nuove proposte. Potremmo spiegare così anche la ragione per cui un periodo formativo in Italia è ritenuto imprescindibile per moltissimi aspiranti chef stranieri.

lasagna bolognese_Cucina italiana e golf

Che uno dei motori economici di maggior interesse nel nostro Paese sia proprio il food, lo sappiamo più o meno tutti. E, infatti, la definizione di turismo enogastronomico è stata coniata proprio per identificare una precisa fetta di mercato, quella dei viaggiatori che ne fanno la motivazione principale del loro peregrinare, ma ciò di cui molti invece non sono consapevoli è che la cucina italiana è motivazione corollario di qualsiasi viaggio in Italia.

vini italiani-Cucina italiana e golf

E questa, forse, non è una novità: ma siamo davvero sicuri che stiamo valorizzando al massimo questa caratteristica? Sì, è vero, alcuni dei nostri circoli golfistici sono dotati di ristoranti d’eccellenza e moltissimi, sebbene non siano esercizi stellati, offrono primizie locali da veri gourmet, ma non illudiamoci: nella stragrande maggioranza dei casi il golfista internazionale non ne è consapevole quando arriva sul nostro campo. Di più, quella non sarà l’unica esperienza enogastronomica che vorrà avere.

Bistecca alla fiorentina - Cucina italiana e golf

In questo senso, come spesso accade a noi italiani, diamo talmente per scontato quanto di buono abbiamo, che ci dimentichiamo di ricordarlo a chi ci vorrebbe venirci a trovare. Per questo è importante saper comunicare, possibilmente bene, il nostro potenziale reale, i nostri plus.

paranza di pesce_Cucina italiana e golf

Dobbiamo essere in grado di dire (e questo già sarebbe ottimo) che cosa un turista golfista può mangiare di buono nel bistrot del nostro circolo, ma anche quello che può trovare nelle immediate vicinanze, la cultura del cibo e del vino del contesto in cui il nostro circolo è inserito, magari facendo squadra con realtà della ristorazione che condividono delle affinità con il nostro ambiente.

cannolo siciliano-Cucina italiana e golf

Con gli obiettivi, allora, di rendere giustizia alla cucina italiana, di creare un legame più forte tra la cucina italiana e le nostre realtà golfistiche e di promuoverne l’interesse presso i tanti golfisti stranieri, che non vedono l’ora di unire le due cose, apriamo qui una rubrica dedicata: “Golf & food”, un tour golfistico all’insegna del buon cibo e del buon vino lungo lo stivale!

caffè-Cucina italiana e golf

cibo e golf, cucina italiana, enogastronomia, Golf & food, Golf e cibo, golf e vino, marketing turistico, turismo enogastronomico

Experiences Ryder Cup 2023

X