Giulia Sergas - Alberto Genovesi - Mario Taglietti - Italy4golf

Giulia Sergas: “il problema è che non si lavora assieme”

Questa breve intervista a Giulia Sergas nasce nel contesto di Women Vs Men, evento organizzato dalla celebre golfista triestina lo scorso venerdì 21 settembre presso il Golf della Montecchia.

Abbiamo, infatti, avuto l’opportunità di essere presenti a questa splendida manifestazione, di cui Italy4golf, pare quasi scontato dirlo, condivide pienamente spirito e finalità, e una volta lì di scambiare qualche battuta con alcune personalità del mondo del golf italiano.

Diverse persone, a tutti i livelli, ci hanno dimostrato sincero interesse per Italy4golf, cosa che ci conferma della bontà del progetto e che ci sprona a cercare di trovare sempre nuove forme di collaborazione per raggiungere i nostri comuni obiettivi.

Per questo siamo felicissimi che Giulia abbia trovato il tempo di rispondere alle nostre domande, perché ci dà la possibilità di testimoniare, con la voce di una campionessa, quanto bello sia questo sport e quanto ci sia ancora da fare!

Ecco l’intervista a Giulia Sergas!

Allora Giulia, parlaci un po’ di te, com’è nata la tua passione per il golf?

Ho 38 anni e da 19 anni gioco gare di torneo a livello professionistico.

Ho gareggiato sul circuito americano per 16 anni, e questo mi ha permesso di crescere professionalmente. Ho potuto giocare nelle gare più prestigiose e sui campi più difficili, questo mi ha permesso di allacciare importantissimi rapporti nel mondo del golf, rapporti che oggi sfrutto per sviluppare nuove idee.

Quali sono stati i successi della tua carriera di cui vai fiera e quali le donne che ti hanno ispirato?

Ci sono state poche golfiste, nella storia, che sono state capaci di giocare sul LPGA per così tanti anni, e questa è di certo la mia conquista più importante. Ho vinto, assieme al Team Europa la Solheim Cup e ho partecipato alle prime Olimpiadi a Rio nel 2016.

Juli Inkster è una donna eccezionale e forse la più conosciuta nel mondo del golf femminile, la sua caparbietà e serietà mi hanno ispirato notevolmente.

Quali sono, secondo te, le iniziative più utili per promuovere all’estero i nostri circoli e favorire il turismo legato al golf?

Ci sono moltissime idee che si potrebbero sviluppare per aumentare la popolarità di questo sport nel nostro Paese. Il problema è che non si lavora assieme, chi ha le redini del golf in mano sembra voglia rimanere appollaiato sul ramo più alto dell’albero, al di sopra di tutti, senza veramente coinvolgere chi può portare idee e innovazione grazie alla propria esperienza.

Parlaci dei tuoi progetti presenti e futuri.

Oggi mi occupo principalmente di incoming turistico. Ho aperto una società in USA per portare gli americani a giocare a golf sui nostri bellissimi campi e far loro scoprire i segreti del nostro territorio.

Mi occupo anche di organizzazione di eventi, finora ho organizzato, assieme al rispettivi circoli, il Fope Invitational al Golf Asiago e Women vs Men alla Montecchia.

Fope Invitational, Giulia Sergas, Golf della Montecchia, Italy4golf, Juli Inkster, LPGA, Solheim Cup, Women Vs Men

Experiences Ryder Cup 2023

X