Tero Parkkinen in Italia seconda parte: si va in Toscana!

Il FAM trip di Tero Parkkinen continua con la tappa fiorentina: mercoledì 15 Tero e Alberto si sfidano sul percorso de Le Pavoniere Golf & Country Club di Prato. La giornata non è delle migliori, ma questo rende forse il gioco ancora più avvincente. Nonostante la giornata grigia e un campo molto bagnato, infatti, l’inconfondibile disegno architettonico di Arnold Palmer rende questo campo assai impegnativo, anche se al primo sguardo appare semplice! Ostacoli d’acqua e bunker sono sempre in agguato e ci vuole molta attenzione se non si vuole finire in situazioni dalle quali poi è difficile recuperare…

Nel pomeriggio con Andrea Redditi, DMC Italy4golf per la Toscana, siamo stati accolti dal responsabile di uno dei più famosi ed antichi frantoi di olio di oliva della Toscana, Frantoio di Santa Tea – Gonnelli 1585. L’obiettivo della visita era far assaporare a Tero le diverse varietà di extra vergine prodotte da questo antico frantoio dalla storia lunghissima. La degustazione dell’olio di oliva, inoltre, è un vero e proprio rito: piccoli bicchieri in cui viene servita una minima quantità di olio, vengono scaldati con un palmo e con l’altro chiusi sopra in modo da sprigionare gli aromi; successivamente si porta in bocca un sorso di olio e con una tecnica particolare bisogna far passare l’olio tra la lingua ed il palato aspirando aria… insomma si emette un suono che sembra quasi un “risucchio”; immaginate i diversi suoni emessi da ognuno e le risate che ne sono seguite! L’interessante e perfetta spiegazione della guida ci ha permesso di capire quanto l’olio extra vergine di oliva sia ancora un mondo tutto da scoprire.

Per far vivere appieno a Tero il calore e l’allegria dell’ospitalità fiorentina e consentirgli di approfondire ulteriormente le potenzialità di Italy4golf in Toscana siamo andati a cena all’Olio Restaurant di Firenze insieme ad Andrea Redditi accompagnato dalla moglie e al sommelier e ambassador italiano I4G Fabio Ceccarelli, che ha personalmente scelto i vini della serata. Un locale in cui spazi curati ed eleganti valorizzano la tradizione culinaria toscana, i suoi piatti ma anche la sua gastronomia ed enoteca, riproponendone lo spirito attraverso accostamenti innovativi ed esclusivi. 

La giornata termina per Tero, Mario, Alberto e la moglie Ilaria con il soggiorno al Villa Olmi Firenze. Un lussuoso e affascinante quattro stelle superior che è un angolo di paradiso, con il suo magico equilibrio tra storia raccontata dalle pareti affrescate nel XVIII secolo e modernità dei servizi offerti, e che gode di una posizione davvero eccezionale: a 4km dal centro storico di Firenze e, al contempo, ammantato dall’atmosfera di campagna del parco e dei giardini lussureggianti in cui la Villa è incastonata.

Ultimo giorno del tour de golf di Tero Parkkinen e l’Ugolino Golf Club a Firenze era imprescindibile… Club storico italiano fondato nel 1934 che ancora incanta con il suo fantastico percorso che si snoda sulle colline alle porte del Chianti. Sede di numerosi eventi golfistici internazionali a cui in passato hanno partecipato grandissimi campioni come Severiano Ballesteros (fatevi raccontare l’aneddoto della buca 9), all’Ugolino hanno giocato alcuni tra i più gloriosi golfisti italiani che qui sono cresciuti. 

Ad attenderci, oltre al direttore del circolo Cristiano Bevilacqua, c’è Federica Dassù, campionessa italiana di golf, figlia d’arte che ha saputo distinguersi anche come allenatrice delle giovani golfiste portacolori della nostra nazionale e punto di riferimento Italy4golf per le clinic proposte in questo Circolo. All’Ugolino Federica è di casa e l’intervista di rito che Tero ha fatto in tutti i circoli è proseguita qui finendo in una chiacchierata sulle varie campionesse Finlandesi e Nord europee conosciute da entrambi e che Federica ha visto anche iniziare da giovanissime. È stata una sorpresa anche per noi vedere quale feeling si sia creato tra Tero e Federica, apparentemente due persone molto riservate ma che in pochi minuti e con lo scambio di alcune informazioni sono entrate in perfetta sintonia.   

Ma veniamo al gioco: dopo una notte di pioggia, finalmente il cielo lascia il posto al sole e il percorso si presenta in tutto il suo splendore. Risaltano i diversi toni di verde (ulivi, cipressi, pini marittimi). Il campo è molto bagnato e ci costringe a percorrere le varie buche con il car solo sulle apposite stradine, quindi, vista la qualità del nostro golf, siamo, ahinoi, quasi sempre obbligati ad andare a piedi a giocare la palla che inevitabilmente si trova lontano dalla strada con evidenti effetti sul gioco man mano che si avanza sulle buche. Il campo si presenta più impegnativo del solito nel gioco, ma lo spettacolo del panorama che ci circonda compensa tutto. Cosa testimoniata dallo stesso Tero Parkkinen: “Non importa se non riesci a giocare come vorresti in questo campo perché la bellezza in cui sei è già essa stessa un premio”.

Per la seconda parte della giornata abbiamo riservato a Tero un momento che potesse essere la degna conclusione di questo itinerario. Se in Lombardia l’esperienza enoturistica non poteva che non essere in Franciacorta, in Toscana è stata chiaramente in Chianti! Da Poggio Amorelli siamo stati benissimo: il vino superbo, le squisite prelibatezze locali, i panorami incantati sulle colline del Chianti e, anche più di tutto questo, la calorosa accoglienza della famiglia Mazzarini che ci ha trattati come veri ospiti d’onore. L’enologo responsabile della cantina, tanto competente sui vini dell’azienda quanto amabile e divertente commensale, ci ha condotto in una degustazione che ben presto si è trasformata in una tavolata di amici che tra una battuta e l’altra e i vini che si susseguivano in un crescendo di sapori e profumi ci ha portati alla fine di una settimana intensa e ricca di momenti memorabili.

Tero Parkkinen alla fine della giornata, quando l’alcol della grappa a fine degustazione ci aveva reso più loquaci, ha tenuto a dire che tutto quello che abbiamo proposto era oltre le sue aspettative e non vedeva l’ora di poter raccontare la sua esperienza ai suoi amici e contatti del mondo del golf! Tero ha poi proseguito ancora per qualche giorno la sua permanenza in Italia seguendo impegni personali prima di rientrare in Finlandia. 

A distanza di una settimana il suo feedback verso di noi e verso gli altri ambassador Italy4golf è stato ancora più positivo: “Ho vissuto una settimana eccezionale in Italia visitando la Lombardia e la Toscana con Italy4golf. Nonostante io abbia viaggiato molto in Italia è stato molto importante provare i campi da golf e i luoghi che Italy4golf ha scelto per le proprie Experience. Ora sarà molto più facile promuoverli. Tutto quello che ho vissuto è stato di prima classe.

florence-by-night-tero-parkkinen

Oltre a Tero Parkkinen, teniamo a ringraziare di cuore tutte le persone e le strutture che hanno reso possibile e così piacevole questa esperienza!

A partire dai circoli golfistici che ci hanno gentilmente ospitato, nelle persone di : Diego Cancarini e Carla Paoli rispettivamente Direttore e Responsabile Comunicazione del Franciacorta Golf Club, Loris Vento Direttore del Gard Golf Countru Club , Pietro Apicella e Maria Laila rispettivamente Presidente ed Executive Manager del Chervò Golf Hotel and Resort San Vigilio, Niccolò Cateni Direttore del Pavoniere Golf Club, Cristiano Bevilacqua e Federica Dassù rispettivamente Direttore e Head Coach presso Ugolino Golf Club;

seguiti dalle strutture alberghiere e di ristorazione che ci hanno supportato con la loro ospitalità : IseoLago Hotel, Ristorante al Porto di Clusane, Cantina Bersi Serlini, Chervò Hotel and Resort, Hotel Villa Olmi Firenze, Ristorante Olio Firenze, Cantina Poggio Amorelli.

Un ringraziamento anche ai nostri collaboratori Rachele Morandi ed Andrea Redditi con le loro strutture DMC e il nostro ambassador e somellier Fabio Ceccarelli.

Infine, un ringraziamento speciale va al Consorzio Lago di Garda Lombardiapartner Italy4golf che ha contribuito a sostenere l’iniziativa.

Nei prossimi articoli su questo blog approfondiremo i campi e le strutture che abbiamo visitato: non perderli!

Alberto Genovesi, Andrea Redditi, Arnold Palmer, Chianti, Consorzio Lago di Garda Lombardia, Cristiano Bevilacqua, Cristina De Rossi, Fabio Ceccarelli, Federica Dassù, Florence, Frantoio di Santa Tea, Golf in Tuscany, Le Pavoniere Golf & Country Club, Mario Taglietti, Niccolò Cateni, Olio Restaurant, Poggio Amorelli, Tero Parkkinen, Toscana, Ugolino Golf Club, Villa Olmi Florence

Experiences Ryder Cup 2023

X