Roberto Matetich
Fabio Ceccarelli

Roberto e Fabio sono due nostri amici appassionati di vino e territorio italiano.
Entrambi Sommelier per passione e professione, ci portano con i loro racconti alla scoperta del mondo del vino italiano.

i-balzini-white-label-1998-tuscan-wines-fabio-ceccarelli-italy4golf

I Balzini – Vini prodotti con passione nel cuore della Toscana

In una zona di confine tra il Chianti Classico e la Val d’Elsa, a metà strada tra Firenze e Siena, che domina la meravigliosa città di San Gimignano e le sue torri, da quasi 40 anni I Balzini produce vini eleganti e longevi. La cantina è stata fondata da Vincenzo D’Isanto, successivamente raggiunto da sua moglie Antonella e più recentemente da sua figlia Diana. Da alcuni anni Diana è a capo dell’azienda di famiglia.

Vincenzo aveva in mente un obiettivo chiaro fin dall’inizio: puntare alla massima qualità. Il suo progetto prende le mosse sull’onda dei cosiddetti Supertuscan, ovvero vini innovativi prodotti in Toscana per competere con i migliori vini di tutto il mondo. Vincenzo non aveva precedenti esperienze di vinificazione. Ciò significa che non era un produttore di vini semplici e diluiti, che si vendevano nel fiasco negli anni ’70. Ha iniziato da zero avvalendosi di professionisti e scegliendo vitigni, che potevano meglio adattarsi alla sua tenuta.

La terra nei vigneti è ricca di fossili calcarei di ostriche preistoriche tra strati di argilla e sabbia gialla. Si decise di piantare Cabernet e Merlot insieme al locale Sangiovese. L’idea alla base di questa scelta non è tanto quella di seguire una moda passeggera, ma di trovare le varietà che possano esprimere al meglio le potenzialità di un territorio specifico, baciato dal sole, in un ambiente incontaminato e ricco di storia.

Da 8 ettari di vigneti, condotti secondo il regime biologico, oggi vengono prodotti 6 vini diversi, ognuno con il nome di un colore. Cabernet, Merlot e Sangiovese svolgono il ruolo di interpreti delle caratteristiche naturali della vigna e del territorio in cui crescono.

I vini de I Balzini sono intensi e complessi, come molti grandi vini toscani. Beneficiano dell’invecchiamento in legno e migliorano con l’ulteriore affinamento in bottiglia. Il tempo è un fattore fondamentale della loro personalità, come dimostra l’annata 1998 di I Balzini White Label che ho assaggiato a marzo 2019.

I Balzini White Label 1998 IGT Colli della Toscana Centrale

Uvaggio di Sangiovese e Cabernet Sauvignon con vendemmia manuale. Il vino fermentata a temperatura controllata e maturata per un anno in barrique francesi. È rosso granato intenso e sprigiona profumi di confettura con strati di ciliegia, prugna, scorza d’arancia, spezie e tabacco. Il gusto è sorprendentemente fresco con il riconoscibile carattere del Sangiovese, che esalta l’eleganza più della forza. I tannini sono maturi e gustosi e hanno una consistenza compatta e vellutata, che dà corpo al vino. Vanta un finale sapido e persistente, davvero impressionante. Abbinamento perfetto con formaggi a pasta dura o selvaggina.

Fabio Ceccarelli
Italy4golf Italian Ambassador

Cabernet, Chianti Classico, Fabio Ceccarelli, Firenze, I Balzini, I Balzini White Label 1998 IGT, Merlot, San Gimignano, Sangiovese, Siena, Supertuscan, Toscana, vino biologico

Experiences Ryder Cup 2023

X